RENDICONTAZIONE E FATTURAZIONE ELETTRONICA - AVVISO AI BENEFICIARI

Al fine del rispetto del divieto di cumulo di finanziamenti e per evitare un doppio finanziamento delle medesime spese, tutti i documenti giustificativi di spesa digitali emessi a decorrere dal 1° gennaio 2019 devono rispettare la normativa di riferimento in termini di “annullamento” della spesa ovvero riportare la dicitura prevista dal bando o almeno i dati minimi essenziali quali il Codice Unico di Progetto (CUP), il titolo del Progetto e il Programma/Avviso di riferimento, oltre all’importo rendicontato.

ESEMPIO dati minimi essenziali

Azione … “XXX” - AVVISO PUBBLICO “XXX” - POR FESR FSE MOLISE 2014-2020 - Spesa sostenuta con il contributo dell'Unione Europea - CUP “XXX” - importo rendicontato “XXX” - data “XXX” -

Si precisa altresì che i dati minimi essenziali di cui sopra devono essere inseriti obbligatoriamente nell’oggetto dei documenti giustificativi di spesa originariamente digitali (fatture elettroniche).

Unicamente nel caso di fatture originariamente digitali che non riportano il CUP in quanto non ancora comunicato dalla Regione Molise, immodificabili dopo l’emissione, è necessario effettuare una copia cartacea di tale fattura su cui apporre l’annullamento, compilando e conservando nel medesimo fascicolo dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000 nella quale attestare che:

• Non è stato possibile a tempo debito procedere all'annullamento della fattura tramite l'indicazione del CUP nell'oggetto del documento;
• La fattura viene presentata/non viene presentata a valere su altre agevolazioni.